novembre 28, 2017 11:30 am

Perché l’imprenditore non fa l’imprenditore

Quando gestivo lo studio di commercialisti non lo facevo con una mentalità imprenditoriale perché non avevo un sistema.

perche-imprenditore-non-fa-imprenditore

Perché dal 1998 al 2009 sono stato il sistema dello studio di commercialisti che ho fondato e sviluppato?

Perché sono diventato schiavo del mio stesso successo?

Perché molti degli imprenditori che incontro sono schiavi della loro attività?

Perché succede tutto questo, con una frequenza incredibilmente alta?

Non sono tanto presuntuoso da voler dare una risposta a queste domande. Nelle prossime righe voglio condividere con voi la mia esperienza personale e mettere a disposizione di chi avrà la curiosità e voglia di leggere questo post l’esperienza di altri imprenditori che come me hanno capito perché non stavano facendo l’imprenditore.

ATTENZIONE QUELLO CHE SEGUE NON È VERO, NON È GIUSTO è SOLO il mio punto di vista arricchito dal punto di vista di un altro centinaio di imprenditori.

Alla base di tutto c’è una questione: quando gestivo lo studio di commercialisti che ho fondato e creato, non lo gestivo con una mentalità imprenditoriale perché non avevo un sistema.

Nessuno mi aveva mai detto che senza un sistema sarei diventato il sistema.

E che sarei diventato un sistema soprattutto perché facevo bene il mio lavoro.

Sì, perché per assurdo se fossi stato un commercialista mediocre, avrai cambiato strada e non sarei diventato, (insieme ad altri 8 soci), il sistema.

Quindi causa numero uno: non avevo un sistema.

Causa numero due: nessuno mi aveva detto che senza un sistema sarei diventato il sistema.

E quando sei il sistema, lavori nel sistema e non al sistema.

Ecco perché gli imprenditori non fanno gli imprenditori.

Una volta scoperto che avevo bisogno di un sistema, (più o meno nel marzo del 2012), ho iniziato un altro viaggio.

Ovvero il viaggio alla scoperta di come si fa un sistema, perché sui libri di scuola non c’è scritto come si fa a costruire un sistema per gestire un’azienda. Almeno io non sono ancora riuscito a trovare queste info in tutto quello che ho studiato per 18 anni.

Arrivato al termine di questo bel viaggio alla scoperta del sistema, ho iniziato un altro viaggio, alla scoperta del funzionamento della mia mente. Sì perché sapevo che avevo bisogno di un sistema. Avevo capito come costruirlo, ma continuavo con le mie vecchie abitudini. Quest’ultimo pezzo del viaggio è stato il più impegnativo perché ho dovuto disimparare e reimparare. Ho dovuto installare un nuovo software, più aggiornato e potente, nella mia testa. Alla fine del viaggio ho acquisto un nuovo modo di vedere il mondo. Ho acquisito nuove abitudini. Ho acquisito la mentalità imprenditoriale… Ovvero lavorare al sistema e non lavorare nel sistema. Il che non vuol dire che non mi piace lavorare, al contrario mi piace un sacco il mio lavoro, ma oggi lavoro per scelta e non per obbligo.

Ed eccomi quindi alla conclusione di un viaggio straordinario: tutto è iniziato con l’accettare che io ero il sistema, che per non essere il sistema avevo bisogno di un sistema. Che la scuola oggi non forma imprenditori, che il libretto delle istruzioni è da un’altra parte. Che non si può costruire un sistema senza il giusto atteggiamento mentale.

Ecco perché, dal mio punto di vista gli imprenditori non fanno gli imprenditori, ed è per questo che ho creato un percorso straordinario per iniziare a costruire il tuo sistema e cambiare il tuo atteggiamento mentale.

Se anche TU, come altre centinaia di imprenditori vuoi intraprendere questo viaggio insieme a noi, contattaci ora per fissare un appuntamento con un nostro esperto in educazione imprenditoriale 😊

PDI

Paolo Torregrossa

Se ti è piaciuto questo articolo richiedi maggiori informazioni cliccando qui.

 

Condividilo questo articolo
Tag: , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da system

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Privacy & Cookies
Mostra
Nascondi