dicembre 19, 2017 11:13 am

Quest’anno quanti prodotti hai aggiunto al tuo catalogo?

Hai mai pensato a quanto ti costa tenere attivi prodotti che non rendono abbastanza?

quanti-prodotti-hai-aggiunto-al-tuo-catalogo

Io DUE, o meglio nel 2017 non ho aggiunto alcun servizio, per il 2018 partiamo con due nuovi servizi. Ma prometto che per il 2019 faccio una rivoluzione.

Questo è quello che ho promesso ad Alessandra, (il direttore marketing di GP), e lei mi ha risposto “vedremo”.

Una delle scelte più impegnative per un imprenditore è togliere prodotti. Per questo abbiamo dedicato 2 ore di lavoro durante i nostri Educational Days, (i 2 giorni di educazione al mese che ci dedichiamo per migliorare sempre di più i servizi che offriamo ai nostri clienti), sull’arte del riordino. Lezione tenuta dalla nostra responsabile del sistema di gestione Paola Saldi 😊. Un vero successo ed un sacco di oggetti eliminati, una vera liberazione.

Ma torniamo alla mia promessa. O meglio torniamo alla focalizzazione. Nel mondo del business uno dei concetti più importanti è che: MENO è PIÙ.

Meno prodotti, più focalizzazione, più redditività.

Non credermi. Prendi le tue statistiche di fatturato e verifica con i tuoi occhi quali e quanti sono i prodotti che fatturano e rendono di più nella tua azienda. Pareto può aiutarmi a fare una previsione che si avvera nella maggior parte dei casi: il 20% dei tuoi prodotti fa l’80% del fatturato. Adesso prendi gli ultimi prodotti in classifica. Ti servono veramente. Sono veramente utili al tuo business?

Adesso ti faccio una domanda: quanto ti costa mantenere attivi quei servizi? Quanta cassa assorbono, ovvero quanti soldi stai investendo per mantenere nel tuo listino nella tua offerta questi prodotti?

Ogni volta che ho fatto questa analisi con un imprenditore e l’imprenditore ha deciso di eliminare prodotti dal suo listino, la sua redditività è aumentata.

A questo punto la domanda nasce spontanea: perché molti imprenditori continuano a creare nuovi prodotti?

Nella mia esperienza, e quindi anche in questo caso non credermi, nella maggior parte dei casi questa politica è determinata dalla fame di fatturato.

Ovvero c’è bisogno di fatturato e quindi per proporre agli attuali clienti nuovi prodotti o servizi si fa quello che tecnicamente viene chiamata “estensione della linea”. Ovvero si aggiunge un altro prodotto servizio sotto il cappello dello stesso brand. Un esempio di estensione della linea è la Coca-cola light, oppure la Coca-cola life. Quindi sfruttando il brand Coca-cola si lanciano prodotti che estendono la linea.

Alcuni esperti di marketing avallano questa strategia, altri la vedono come il male delle aziende. Io parlo per esperienza personale, per le PMI l’estensione della linea è il problema!!! Non credermi riprendi la statistica di fatturato dei tuoi prodotti.

Ora tocca a te. Io ho fatto la mia promessa, e tu quanti prodotti eliminerai nel 2018?

Se anche TU, come altre centinaia di imprenditori vuoi definire il tuo FOCUS insieme a noi, contattaci ora per fissare un appuntamento con un nostro esperto in educazione imprenditoriale 😊.

PDI

Paolo Torregrossa

Se ti è piaciuto questo articolo richiedi maggiori informazioni cliccando qui.

Condividilo questo articolo
Tag: , , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da system

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Privacy & Cookies
Mostra
Nascondi