dicembre 14, 2018 10:00 am

Se parli in pubblico tieni in considerazione il contesto, fa la differenza!

Il contesto determina il successo del discorso e del relatore.

se-parli-in-pubblico-tieni.in-considerazione-il-contesto

La regola aurea di un discorso persuasivo è:

 

il contesto è più importante del contenuto del corso.

 

Significa che bisogna focalizzarsi sul creare e gestire in modo funzionale il tono della sala, le persone, e tutto ciò che gravita attorno alla relazione che si crea durante lo speech. Puoi inserire nel tuo speech le cose più importanti ed interessanti del mondo, ma se ciò che sta attorno è contro di te, ciò che dici, verrà presto dimenticato. Il contesto determina il successo del discorso persuasivo e del relatore.

Il relatore ha a disposizione diversi strumenti e tecniche per creare un contesto forte. Tutte queste tecniche vanno sperimentate, provate, facendo tesoro delle esperienze fatte e degli errori che si sono commessi.

  • Domande e risposte

La base di questa tecnica è l’ascolto attivo. Si ascoltano i silenzi, le pause, i valori, le convinzioni e tutto ciò che viene detto e non detto dalla persona.

  • Le condivisioni

Strumenti basilari per stare sul processo durante lo speech e capire effettivamente se il percorso sta portando ai risultati desiderati. Diventa importante sapere gestire questi moment in maniera ottimale e con sicurezza. Inoltre le condivisioni danno un feed back costante al relatore rispetto al tono dell’aula e all’energia e interesse dei partecipanti

  • Gli esercizi

Gli esercizi servono a mettere in movimento un contenuto o una tematica trattata, rendendo l’apprendimento un momento ludico e per questo molto più facile da estrapolare. Come dice il pedagogo tedesco Jean Paul: «il gioco è una cosa serie. Anzi tremendamente seria.»

Gli esercizi vanno scelti e proposti in base non solo al tema, ma anche allo spazio che si ha a disposizione e alla tipologia di partecipanti; ad esempio pensare ad una pratica in movimento se il corso si svolge in un’aula piccola e con difficoltà a sgombrarla è una scelta poco indicata.

  • La musica

La musica all’interno di uno speech serve a creare energia e definire il tono con cui si inizia, si svolge e si conclude un discorso. Scegli con attenzione la playlist da utilizzare!

  • La ritualità

Questi momenti servono per dare una fluidità al percorso e per creare meccanismi a grande impatto nelle persone. Vengono utilizzati quando lo speech prevede più momenti, o più giorni.

  • Il meme

Normalmente, un meme è un contenuto divertente che in pochissimo tempo diventa virale. Il termine meme deriva dal greco mímēma e significa imitazione. Si possono utilizzare meme per comunicare, per conferire a un concetto che porti un grande impatto alle persone. Il meme diventa un’ancora visiva auditiva e cinestesica. Esempio: Batti un cinque ad un compagno e digli hai un sistema WOW!!!

  • I risvegli

I risvegli sono degli stratagemmi che il relatore può utilizzare quando si rende conto che l’aula è distratta o in calo di attenzione. Alcuni esempi di risveglio sono:

  1. Domande ai partecipanti rispetto al contenuto trattato.
  2. Piccoli movimenti fisici per togliersi dall’immobilità dello star seduti.
  • Uso della lavagna

La lavagna di grande aiuto al relatore durante le condivisioni e lo sviluppo del processo. Aiuta i partecipanti a mantenere il filo del discorso e a prendere appunti durante il corso.

Quando stai creando e progettando il tuo speech ricordati di definire il contesto per rendere il tuo discorso unico e ad alto impatto.

Buon lavoro!

Alessandra Boglioni

 

Non perderti la serie di articoli sul tema Parlare in pubblico di Alessandra Boglioni:

 

Condividilo questo articolo
Tag: , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Alessandra Boglioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Privacy & Cookies
Show Buttons
Hide Buttons